Bimbi in ristoranti stellati ? Anche no… grazie.

divieto-bambini

Ma nooo che avete capito, non sto parlando del Bimby della Vorwerk… ma proprio dei bimbi.

Volevo fare qualche considerazione con voi in proposito, che ne dite ?

Questa estate è uscito un articolo su un quotidiano ove si parlava di un agriturismo nel bolognese targettizzato su single o coppie senza figli.

E’ lecito che alcuni locali abbiano una politica, per così dire, anti famiglia con bambini ?

Tralasciando gli aspetti legali, che mi aspetto siano rispettati, vorrei provare ad analizzare questa problematica declinandola sul tema fondante del blog: i ristoranti stellati e di provare ad osservare la cosa dal punto di vista del cliente e da quello del ristoratore.

Dal punto di vista del ristoratore credo sia assolutamente necessario posizionare il proprio business in conseguenza di una scelta del genere.

Decidere di ospitare bambini significa disporre di spazi ed accessori adatti e di trovare il modo di non arrecare fastidio agli altri clienti.

Cosa richiede un cliente ad un ristorante stellato: vivere un’esperienza speciale, un ambiente riservato e silenzioso, godersi un servizio eccellente e gustare dei piatti fuori dagli schemi. E di questo il ristoratore deve tenerne assolutamente conto.

Immaginatevi cosa vorrebbe dire per un ristoratore dover soddisfare tutte queste aspettative ed allo stesso tempo gestire un tavolo dove sono presenti un neonato che piange o un bimbo che fa i capricci e magari butta il cibo per terra o corre per tutta la sala.

Come gestire quindi la problematica ?

14125_dece9b_300x300

Bè… forse è un po’ drastico in questo modo.

 

Credo che la cosa più corretta da fare sia effettuare una giusta comunicazione. Se il ristorante non è attrezzato per ospitare bambini deve scriverlo sul sito (come ha fatto ad esempio Da Vittorio a Brusaporto) ed informare preventivamente la clientela al ricevimento della prenotazione.

Credo sia lecito no ? Quantomeno per tutti gli altri clienti che vogliono godersi una serata speciale.

 

E dal punto di vista del cliente ?

Spesso la querelle è: che scandalo, il tal posto non accetta i bambini. Questa è discriminazione, io devo essere libero di andare dove voglio, ecc.

Vi do una notizia: la libertà non è solo vostra, è di tutti, anche del ristoratore che decide di fare una scelta di clientela e degli altri clienti, che, magari, vogliono godersi una serata esclusiva godendosi l’atmosfera di un ristorante di alto livello.

Per cui onde evitare polemiche o ancor peggio liti (è notizia di qualche settimana fa di una quasi rissa tra clienti con bambini ed il ristoratore dopo un rimprovero di questo ultimo…) è meglio mettere regole chiare e precise.

Ma poi, mi chiedo, da genitore a genitore: davvero vorreste condizionare un’esperienza gastronomica di alto livello (e costosa) alla presenza dei vostri figli che molto probabilmente vi impediranno di godervi la serata ?

Ci sono tanti posti attrezzati per i bimbi, locali che permettono ai vostri figli di potersi divertire in libertà senza costrizioni… davvero gli volete così male da costringerli a stare seduti ed in silenzio per almeno due ore a presenziare ad una cena che nemmeno apprezzeranno ?

Io la penso così: non portate i vostri figli in ristoranti ricercati a meno che non siate sicuri al 100% che saranno in grado di apprezzare la cena.

Se proprio non ve ne frega nulla degli altri a cui potreste arrecare disturbo, fatelo per voi stessi e per i vostri figli.

Per una serata speciale, lasciateli a casa con la nonna o con la baby sitter: si divertiranno di più loro, e probabilmente anche voi.

 

Av salùt e vi faccio un grande Augurio di Buon Natale.

 

PS tanto per essere smentiti almeno sul potenziale elemento di disturbo… alla cena organizzata da 7 Tavole con Chef Antonia Klugmann https://memoriediungourmet.wordpress.com/2017/12/07/7-tavole-antonia-klugman-largine-a-venco-a-bologna/ erano presenti due bimbi piccoli e devo dire che sono stati 3 ore a tavola in modo esemplare. A mio parere, però, si saranno un po’ rotti le scatole… ma questo è da mettere in conto.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...